Parodontiti e infiammazione delle gengive: l’importanza di curarle precocemente

Per “parodontite”, nelle sue forme più o meno gravi, si intende l’infiammazione dei tessuti parodontali, ovvero di gengiva, legamento parodontale e osso alveolare, insomma di tutti i tessuti che mantengono saldi e sostengono i denti.

Segnali di allarme: come accorgersi precocemente delle parodontiti

La parodontite è un’infezione polibatterica determinata dalla sedimentazione di placca e tartaro, le quali formano delle sacche batteriche tra gengive e dente, compromettendo l’attaccatura della gengiva al dente e quindi favorendo l’infiltrazione dei batteri nei tessuti soggiacenti. I principali segnali di una parodontite sono:

  • Sanguinamento delle gengive arrossate, doloranti e/o gonfie
  • Recessione gengivale
  • Alitosi

Chi è maggiormente predisposto alle parodontiti

  • Chi è affetto da diabete o malattie autoimmuni
  • Fumatori
  • Chi non rispetta la corretta igiene orale quotidiana
  • Altri fattori ereditari
  • Anomalie anatomiche e malposizioni dentali per le quali la gengiva non è bene aderente al dente

tooth brush and toothpaste icon

Come curare le parodontiti

Le infiammazioni delle gengive sono curabili, soprattutto se diagnosticate precocemente. Nelle prime fasi dell’infiammazione è infatti facile intervenire attraverso la pulizia profonda e una terapia con collutorio antinfiammatorio e antisettico a base di Clorexidina, da utilizzare per un ciclo di 7-10 giorni. In forme leggermente più radicate, le parodontiti sono curabili attraverso due o più sedute di ablazione del tartaro e il  curettage,  eseguito mediante strumenti specifici chiamati “curette”. Mediante queste terapie il tartaro viene rimosso in profondità, eliminando le sacche batteriche sottogengivali.

secuencia de gingivitis

Come prevenire la parodontite

  • Controlli e pulizia dei denti periodica ogni 6 mesi o ogni 3 in caso di parodontiti croniche
  • Corretta igiene orale quotidiana e dell’utilizzo del filo interdentale
  • Non fumare
  • Stimolazione gengivale con spazzolino o con stimolatore gengivale specifico, in modo da rendere le gengive più forti
  • Corretta alimentazione, ricca di calcio (latte, formaggi, yogurt) e verdure crude
  • Evitare l’eccesso consumo di bevande zuccherate e gassate

Se vi riconoscete in uno dei sintomi descritti precedentemente non aspettate e non esitate a contattare il vostro dentista per una visita.

 

Salva

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website