protossido

La sedazione con il protossido di azoto, ovvero la moderna sedazione cosciente

  • Pulpotomia - Studio Dentistico Vargiolu - Carbonia

La sedazione cosciente con protossido di azoto, detta anche anestesia gassosa, è una tecnica anestesiologica e analgesica, sicura e provata, che prevede la somministrazione di un sedativo allo stato gassoso, quale il protossido, per via respiratoria. Nella miscela erogata è presente solitamente il 30% di ossigeno, al fine di garantire la giusta ossigenazione. La proporzione tra protossido e ossigeno cambia però da paziente a paziente, e a seconda dell’età, del sesso e della componente ansiosa. È quindi molto personale e la “base-line”, ovvero il rapporto tra ossigeno e protossido di azoto, va determinata precedentemente insieme al paziente.

Questo tipo di anestesia è infatti molto adatta e sempre più utilizzata, per i bambini o per le persone con forte paura del dentista. Aiuta infatti ad alleggerire lo stato di tensione nervosa, la percezione del dolore e dello stress, lasciando una piacevole sensazione di benessere, pur essendo completamente coscienti e in grado di rispondere a tutti gli stimoli, collaborando con l’operatore, e tutelando pienamente le funzioni quali tosse e deglutizione, fondamentali sulla sedia del dentista.

Ma non solo. I vantaggi della anestesia gassosa sono diversi. Al senso di leggerezza, benessere e calma, va anche detto che il suo effetto dura solo pochi minuti: una volta sospeso il trattamento e tolto l’erogatore il paziente è  in grado di guidare e dedicarsi alle sue attività quotidiane.

Il protossido di azoto è un gas non infiammabile, non ha alcuna reazione allergica possibile e non viene metabolizzato dall’organismo, bensì eliminato attraverso la normale respirazione. Per questo è possibile, qualora il dentista lo ritenga opportuno, associarla anche alle normali anestesie.

 

L’apparecchio per la sedazione cosciente del paziente è chiamato “sedation machine”, macchinario complesso di miscelazione che eroga flussi di protossido di azoto e ossigeno. Tramite una confortevole mascherina appoggiata sul naso, il macchinario rilascia una miscela controllata di ossigeno e protossido d’azoto per via inalatoria, determinata dal medico-dentista, secondo quanto stabilito nella “base-line”. In tempi brevi il paziente si sente rilassato, lo stato ansioso e la sensazione di dolore si attenuano facilitando l’intervento.

edation-machines-protossido-studio-dentistico-carbonia-dr-vargiolu

Questo tipo di sedazione, può essere utilizzata in qualsiasi momento e per qualsiasi intervento odontoiatrico in quanto rilassa, aumenta la soglia del dolore, desensibilizza le mucose orali e non ha effetti irritanti, tossici o allergici.